Quirinale: Mattarella il più amato dalla rete

Lo stallo sulla scelta del presidente della Repubblica ha provocato in rete rabbia, disgusto e ilarità. È quanto
emerge da una ricerca di SocialCom che, con l’ausilio della piattaforma Blogmeter, ha analizzato le
conversazioni avvenute sul web negli ultimi cinque giorni per cercare di capire il sentiment degli italiani a
riguardo. Nel periodo oggetto dell’analisi, il tema ha prodotto 7,62 milioni di interazioni. Di particolare
interesse il dato sul sentiment negativo verso l’attuale situazione, aumentato di circa 8 punti percentuali
dall’inizio delle votazioni: si è passati infatti dal 49,64% di lunedì al 57,11% di ieri (il dato odierno era ancora
parziale ma mostrava un trend in crescita).


In questo quadro complicato dal punto di vista politico, spiccano Mario Draghi e Sergio Mattarella, ovvero le
due figure più citate nelle conversazioni sul tema degli ultimi giorni. Colpisce l’andamento del sentiment
verso il presidente della Repubblica uscente e il premier. Sergio Mattarella conserva infatti un sentiment
prevalentemente positivo (43,67%), risultando l’unica figura politica gradita alla rete. Al contrario, sul nome
di Mario Draghi si registra un sentiment in prevalenza negativo (59,98%). Mattarella guida anche il confronto
rispetto alle interazioni prodotte dai post che lo citano, che negli ultimi cinque giorni hanno prodotto oltre
1,07M di interazioni (contro le 436K dei post che citano Draghi).


Peggiora, inoltre, il sentiment nei confronti dei principali leader di partito. Aumenta del 6% il sentiment
negativo nei confronti di Matteo Salvini, stessa percentuale fatta registrare da Giorgia Meloni. L’aumento è
decisamente più netto se guardiamo ai leader del centrosinistra. Il sentiment negativo verso Enrico Letta è
passato dal 34,92% di lunedì al 56,09% di oggi, così come quello di Giuseppe Conte (dal 44,41% di lunedì al
53,98% di oggi). Stessa sorte per Matteo Renzi (sentiment negativo aumentato dell’8%).


Ad ogni modo, il tema vede appassionarsi sempre più giovani della fascia 18-24 anni: delle 7,62M di
interazioni prodotte tra il 24 e il 28 gennaio oltre un terzo (2,52M) provengono da Instagram, Twitch e TikTok.
Relativamente a quest’ultima piattaforma, si segnala infine che il tema Rocco Siffredi presidente della
Repubblica è diventato trend dopo che l’attore hard ha ottenuto due voti durante la seconda votazione di
martedì. Inserendo il termine “Rocco” nella barra di ricerca del social, vengono suggerite alcuni risultati. Di
questi il terzo è relativo all’espressione “Rocco Siffredi presidente della Repubblica”. I video sul tema da
lunedì a oggi hanno raggiunto e superato le 3M di visualizzazioni.

“Rispetto al tema Quirinale abbiamo analizzato anche l’emoji maggiormente inserite nelle conversazioni
social”, spiega Luca Ferlaino, founder di SocialCom. “Si tratta di una rilevazione molto utile per comprendere
in maniera più dettagliata il sentiment della rete rispetto a un determinato tema, poiché inserire un emoji
all’interno di un post significa rafforzare la caratterizzazione emotiva dello stesso”. “I numeri della nostra
ricerca parlano chiaro: gli italiani hanno utilizzato in prevalenza emoji che esprimono sentimenti di rabbia e
disgusto, ma anche di ilarità rispetto alla totale incapacità della classe politica di raggiungere un accordo per
il bene del Paese”.

Link alla ricerca completa: https://socialcomitalia.com/wp-content/uploads/2022/01/Ricerca_Quirinale_28-
gennaio.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.